Adesione al servizio di consultazione delle fatture elettroniche per il privato persona fisica

Per le operazioni con soggetti privati l’Agenzia delle entrate ha precisato che "… ai fini del controllo documentale di cui all'articolo 36 ter del DPR n. 600 - quello sulla cui base viene effettuato il controllo della dichiarazione dei redditi delle persone fisiche- andrà fatto riferimento ai contenuti della copia analogica della fattura elettronica rilasciata al consumatore finale.  In caso di discordanza nei contenuti fra fattura elettronica e copia cartacea della stessa, salvo prova contraria, sono validi quelli della fattura digitale".
Sulla base di questa importante precisazione, per evitare problemi in termini di detrazioni fiscali – ad esempio il privato potrebbe portare in detrazione, sulla dichiarazione dei redditi, costi relativi a fatture per lavori di ristrutturazione edilizia scartate e non presenti nel SdI -  riteniamo importante che anche l'utente persona fisica si attivi per l'adesione, sulla propria area riservata, al servizio di conservazione e acquisizione delle fatture elettroniche o dei loro duplicati informatici.
L’accesso all’area riservata sul sito web dell’Agenzia delle entrate è possibile tramite le credenziali fisconline, CNS (carta nazionale dei servizi o tessera sanitaria), oppure tramite lo Spid digitale. Purtroppo in assenza di credenziali è necessario farne richiesta personalmente.
A seguito del confronto avuto tra l'Agenzia delle Entrate e il Garante privacy è stato previsto che non è possibile delegare un soggetto terzo  al servizio di consultazione dei dati dei consumatori finali persone fisiche.
Lo Studio rimane a disposizione per ogni eventuale chiarimento o approfondimento al riguardo.


Torna alla pagina news
Associazione professionale con partita Iva n. 02300610462 iscritta all'ODCEC di Lucca
Pec delgrande.ninci@legalmail.it   |   Privacy - Cookie - Tagmap